Chi siamo > Torba di Camblee

Allo scopo di salvaguardare determinati monumenti, l'APAV ha accettato delle donazioni e in alcuni casi ne ha promosso l'acquisto.

La torba di Camblee

Torba di Camblee

La torba di Camblee (piccolo nucleo alle porte di Mogno) risale al 1400 ed è una delle costruzioni più antiche della Vallemaggia. Il suo restauro conservativo è stato ultimato nel 2004 sotto la supervisione dell'APAV, dell’ing. Antonio Mignami e dell’arch. De Giorgi.
A questo autentico “monumento” carico di valori e di significati storici, si affianca una casa in sasso del 1544, pure salvata dalla consunzione.

Esposizione permanente

Sia la torba che la casa sono aperte al pubblico e visitabili senza prenotazione.

Tipologia

Torba di Camblee

La torba di Camblee è dotata di una mensola per difenderla dai roditori: «Erano le “madri” di questo tipo di costruzioni, che poi vennero modificate utilizzando i funghi in sasso», rileva Luigi Martini, appassionato ricercatore di storia locale.
Per il presidente dell’APAV nel periodo dei restauri, Armando Donati, si tratta del monumento più caro, e ricco di elementi originari dell’antica civiltà contadina della valle.

Inaugurazione

Torba di Camblee

L'inaugurazione della torba si è svolta il 13 giugno 2004 alla presenza dell'allora Consigliere di Stato Marco Borradori, dell'ex Consigliere Federale Flavio Cotti e di molte autorità vallerane.
I ringraziamenti sono andati a tutti coloro che hanno collaborato all’operazione e in particolare ai signori Tormen e Trombini, che hanno generosamente donato la torba all'APAV.
Per gli interessati è disponibile un fascicolo dal titolo "Camblee, la torba ed altri edifici storici", dedicato a questo antico e pregevole nucleo. Il fascicolo di 30 pagine riccamente illustrate e con commenti nelle tre lingue nazionali può essere richiesto all'APAV al prezzo di 5 franchi. Indietro...

Condividi su: